Salute sul lavoro – Gestione della salute sul lavoro

Workplace Health Management (WHM) Ci sono quattro componenti chiave della gestione della salute sul posto di lavoro. In passato la politica era spesso guidata esclusivamente dal rispetto della legislazione.

Workplace Health Management (WHM) Ci sono quattro componenti chiave della gestione della salute sul posto di lavoro:

  • Sicurezza e salute sul lavoro
  • Promozione della salute sul posto di lavoro
  • Determinanti sociali e di stile di vita della salute
  • Gestione della salute ambientale

In passato la politica era spesso guidata esclusivamente dal rispetto della legislazione. Nel nuovo approccio alla gestione della salute sul luogo di lavoro, lo sviluppo delle politiche è guidato sia da requisiti legislativi che da obiettivi sanitari fissati su base volontaria dalla comunità lavorativa all’interno di ciascun settore. Per essere efficace, la gestione della salute sul posto di lavoro deve essere basata su conoscenze, esperienze e pratiche accumulate in tre discipline: salute sul lavoro, promozione della salute sul posto di lavoro e salute ambientale. È importante vedere la GSA come un processo non solo per il miglioramento continuo e il guadagno di salute all’interno dell’azienda, ma anche come struttura per il coinvolgimento tra le varie agenzie della comunità. Offre una piattaforma per la cooperazione tra le autorità locali e i leader aziendali sullo sviluppo della comunità attraverso il miglioramento della salute pubblica e ambientale.

L’ambiente di lavoro sano – una pietra angolare del Piano d’azione comunitario.

La Dichiarazione del Lussemburgo della Rete dell’Unione Europea per la Promozione della Salute sul Lavoro ha definito la WHP come lo sforzo congiunto di datori di lavoro, dipendenti e società per migliorare la salute e il benessere delle persone al lavoro

Ciò può essere ottenuto attraverso una combinazione di:

  • Migliorare l’organizzazione del lavoro e l’ambiente di lavoro
  • Promuovere la partecipazione attiva dei dipendenti alle attività sanitarie
  • Incoraggiare lo sviluppo personale

La promozione della salute sul posto di lavoro è vista nella rete dell’UE Dichiarazione di Lussemburgo come una moderna strategia aziendale che mira a prevenire la cattiva salute sul lavoro e ad aumentare il potenziale di promozione della salute e il benessere nella forza lavoro. I benefici documentati per i programmi sul posto di lavoro includono diminuzione dell’assenteismo, riduzione del rischio cardiovascolare, riduzione delle richieste di assistenza sanitaria, diminuzione del turnover del personale, diminuzione degli infortuni muscoloscheletrici, aumento della produttività, maggiore efficacia organizzativa e il potenziale di ritorno sull’investimento.

Tuttavia, molti di questi miglioramenti richiedono il coinvolgimento costante dei dipendenti, dei datori di lavoro e della società nelle attività necessarie per fare la differenza. Ciò si ottiene attraverso l’empowerment dei dipendenti che consente loro di prendere decisioni sulla propria salute. I consulenti per la salute sul lavoro (OHA) sono in una buona posizione per effettuare la valutazione dei bisogni per iniziative di promozione della salute con la popolazione lavorativa che servono, per dare la priorità a queste iniziative insieme ad altre iniziative di salute e sicurezza sul lavoro che potrebbero essere in corso e per coordinare le attività a livello aziendale per garantire che le iniziative pianificate vengano realizzate. In passato i servizi di medicina del lavoro sono stati coinvolti per molti anni nella valutazione dell’idoneità al lavoro e nella valutazione dei livelli di invalidità ai fini assicurativi.

Il concetto di mantenimento della capacità lavorativa, nella popolazione attiva altrimenti sana, è stato sviluppato da alcuni servizi innovativi di medicina del lavoro. In alcuni casi questi sforzi sono stati sviluppati in risposta alla crescente sfida causata dall’invecchiamento della forza lavoro e dal costo sempre crescente della sicurezza sociale. Gli OHA sono stati spesso in prima linea in questi sviluppi.

È necessario sviluppare ulteriormente l’attenzione di tutti i servizi di medicina del lavoro per includere gli sforzi per mantenere le capacità lavorative e per prevenire condizioni prevenibili non professionali sul posto di lavoro mediante interventi sul posto di lavoro. Ciò richiederà che alcuni servizi di medicina del lavoro siano coinvolti in modo più proattivo nella promozione della salute sul luogo di lavoro, senza ridurre l’attenzione rivolta alla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Gli OHA, con il loro stretto contatto con i dipendenti, a volte per molti anni, sono in una buona posizione per pianificare, fornire e valutare la promozione della salute e il mantenimento degli interventi di capacità lavorativa sul posto di lavoro.


La promozione della salute sul lavoro è cresciuta in importanza nell’ultimo decennio, poiché datori di lavoro e dipendenti riconoscono i rispettivi benefici. I lavoratori trascorrono circa metà della loro giornata di non sonno al lavoro e questo offre un’opportunità ideale per i dipendenti di condividere e ricevere vari messaggi sulla salute e per i datori di lavoro di creare ambienti di lavoro sani. L’ambito della promozione della salute dipende dalle esigenze di ciascun gruppo.

Alcune delle attività di promozione della salute più comuni sono attività per la riduzione del fumo, un’alimentazione sana o programmi di esercizio fisico, la prevenzione e la riduzione dell’abuso di droghe e alcol.

Tuttavia, la promozione della salute può essere indirizzata anche verso altri determinanti di salute sociali, culturali e ambientali, se le persone all’interno dell’azienda ritengono che questi fattori siano importanti per il miglioramento della loro salute, del benessere e della qualità della vita. In questo caso fattori come il miglioramento dell’organizzazione del lavoro, la motivazione, la riduzione dello stress e del burnout, l’introduzione di orari di lavoro flessibili, piani di sviluppo personale e miglioramento della carriera possono anche contribuire a contribuire alla salute e al benessere generale della comunità lavorativa.

L’ambiente della comunità sana Oltre alla salute sul lavoro e alla promozione della salute sul posto di lavoro, c’è anche un altro aspetto importante della gestione della salute sul posto di lavoro. È legato all’impatto che ciascuna azienda può avere sull’ambiente circostante, e attraverso inquinanti o prodotti o servizi forniti ad altri, il suo impatto su ambienti distanti. Ricorda fino a che punto gli effetti dell’incidente nucleare di Chernobyl nel 1986 hanno colpito interi paesi vicini.

Sebbene l’impatto sulla salute ambientale delle aziende sia controllato da una legislazione diversa da quella che si applica alla Salute e Sicurezza sul lavoro, esiste una forte relazione tra la salvaguardia dell’ambiente di lavoro, il miglioramento dell’organizzazione del lavoro e della cultura del lavoro all’interno dell’azienda e il suo approccio alla salute ambientale gestione.

Molte aziende leader già combinano salute e sicurezza sul lavoro con la gestione della salute ambientale per utilizzare in modo ottimale le risorse umane disponibili all’interno dell’azienda ed evitare la duplicazione degli sforzi. Gli infermieri di medicina del lavoro possono dare un contributo alla gestione della salute ambientale, in particolare in quelle aziende che non impiegano specialisti di salute ambientale.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
On Key

Related Posts