Suggerimenti per pianificare l’avvio della tua attività

Ogni attività inizia da un pensiero. Un pensiero o un'idea possono diventare realtà solo quando vengono intraprese le azioni previste. Quando si concepisce un'idea, il logico

Avviare un’impresa può essere un’avventura molto scoraggiante se non viene messo in atto un piano adeguato. La maggior parte degli imprenditori avvia la propria attività senza mettere in atto piani adeguati per avere successo. Non c’è da stupirsi che un’azienda su cinque crolli entro 5 anni! Se una cosa deve essere presa molto sul serio, dovrebbe essere il tuo business plan. Questo è il tuo “progetto per il successo”.

Ogni attività inizia da un pensiero. Un pensiero o un’idea possono diventare realtà solo quando vengono intraprese le azioni previste. Quando si concepisce un’idea, il logico corollario è che tali idee devono essere scritte, in bianco e nero e su carta; oppure l’idea svanirà quando si placherà l’entusiasmo che il pensiero aveva inizialmente portato. Quindi, avere un business plan scritto è pertinente se la tua azienda deve resistere alla prova del tempo

Ora, cos’è un Business Plan?

Una definizione, secondo businessman.com, è che un business plan è una “descrizione scritta del futuro della tua attività; un documento che indica cosa intendi fare e come intendi farlo”. Se noti un paragrafo sul retro di una busta che descrive la tua strategia aziendale, hai già iniziato un piano scritto, o almeno la prima bozza di un piano. Il piano aziendale stesso consiste in una narrazione e diversi fogli di lavoro finanziari.

L’atto stesso della pianificazione ti aiuta a pensare le cose in modo sistematico e completo. Studia e ricerca la tua nicchia di mercato se non sei sicuro dei fatti e guarda le tue idee in modo critico. Potrebbe volerci un po’ di tempo adesso, ma aiuta a evitare errori costosi e disastrosi in futuro.

In questo articolo, voglio fornire uno sguardo molto breve ai passaggi coinvolti nella pianificazione di un’impresa:

  1. Identifica la tua passione: sapere cosa ami fare, anche senza fare soldi, è il trampolino di lancio per avviare qualsiasi attività. La maggior parte delle persone entra in un’attività di cui non sa nulla e si ferma dopo solo pochi mesi.

Alcuni si stancano delle loro attività semplicemente perché non sono più contenti delle attività coinvolte nella gestione dell’attività. Secondo Sabrina Parsons, (CEO di Palo Alto Software) “Conosci te stesso e lavora in un lavoro che soddisfi i tuoi punti di forza. Questa conoscenza ti renderà più felice”.

Il motivo per cui molte aziende falliscono nei primi cinque anni è perché gli imprenditori non trovano più soddisfazione nella gestione della propria attività. Quindi, tendono ad andare avanti alla ricerca della felicità.

Devi guardarti dentro valutando te stesso e identificare con cosa sei bravo. Se ciò in cui sei bravo ti dà la felicità, pensa a come puoi monetizzarlo e farne un business. Lo fai condividendo la tua passione con gli altri. Tuttavia, la passione da sola non basta per avviare un’impresa. Hai bisogno di pianificare, fissare obiettivi e, soprattutto, conoscere te stesso.

  1. Conduci un’intensa ricerca di mercato: come affermato sopra, la passione da sola non è sufficiente per determinare il tipo di attività commerciale in cui dovresti essere coinvolto. Devi essere sicuro che ci siano persone davvero interessate a pagare per ciò che hai da offrire . Oltre a ciò, devi identificare la categoria di persone che possono permettersi i prezzi dei tuoi prodotti o servizi e in quale quantità.

Devi anche determinare come attirare i tuoi potenziali clienti. Come intendi raggiungere i tuoi clienti mirati? Come intendi distribuire i tuoi prodotti ai tuoi clienti mirati? Come fai a sapere il prezzo effettivo che i potenziali clienti sono disposti a pagare per i tuoi prodotti? Queste e molte altre cose sono ciò che dovresti sapere prima di investire i tuoi soldi nell’avvio di qualsiasi attività commerciale.

  1. Scrivi un business plan: un business plan è un documento scritto che descrive la tua idea di business. Il tuo piano aziendale ti darà un senso di direzione verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi e obiettivi aziendali. Descrive cosa vuoi fare, quando farlo, dove farlo e come farlo. Un business plan scritto può essere utilizzato anche come guida per gestire la tua attività di successo.

Scrivere i tuoi piani ti aiuta ad anticipare il futuro della tua attività. Anticipare la tua attività ti aiuta a identificare e possibilmente evitare qualsiasi sfida che potrebbe tormentare la tua attività in futuro.

  1. Registra la tua attività: dopo aver scritto il tuo piano aziendale, devi registrare la tua attività in modo che i clienti ti prendano sul serio. A parte questo, registrare la tua attività fa sì che la tua attività abbia una vita propria. Ti separa dalla tua attività. Qualsiasi imprenditore serio deve avere la sua attività registrata.

La tipologia di attività più comune è quella di ditta individuale. Gestisci tu stesso la tua attività e tieni libri contabili accurati (a fini fiscali). Detrai le tue spese e paghi le tasse sui guadagni. Questo è il tipo di attività più semplice da aprire. È anche il più vulnerabile al fatto che i tuoi beni vengano portati via da un cliente arrabbiato che intenterebbe una causa contro di te per qualsiasi motivo. Questo è uno dei tanti motivi per cui gli imprenditori optano per uno degli altri tipi di attività.

Una partnership è un tipo di attività in cui due o più persone stipulano un accordo commerciale. Due amici, ecc. decidono di aprire un’attività. Se decidi di stipulare una partnership, hai bisogno di un documento che descriva in dettaglio come sarà divisa l’attività in caso di scioglimento della partnership.

Può sembrare rozzo pianificarlo prima di aprire le porte, ma alla fine risparmierà un sacco di dolori e spese. Inoltre, se non si scioglie mai la partnership, il documento non è mai necessario. Questo è uno di quei momenti in cui “è meglio averlo se è necessario piuttosto che averne bisogno e non averlo”.

Corporazioni: ci sono diversi modi per incorporare. Non ho intenzione di essere coinvolto in una discussione dettagliata qui. La mia raccomandazione è che se stai pianificando di incorporare la tua attività, assumi un avvocato con esperienza in questo settore. Esistono diversi tipi di società e il tuo avvocato può valutare i fatti che circondano la tua attività e guidarti verso il tipo di società più appropriato da utilizzare.

  1. Ottieni il capitale necessario: questo è l’aspetto più difficile dell’avvio di un’impresa. Ottenere il capitale per finanziare un’impresa è il fattore principale che scoraggia la maggior parte degli imprenditori dal portare avanti i propri piani.

Non c’è dubbio che la maggior parte delle imprese inizia attraverso l’autofinanziamento. La ragione di ciò è chiara: nessuno crede nei tuoi sogni finché non c’è una manifestazione fisica. Come potenziale uomo d’affari, devi imparare a risparmiare in modo aggressivo per soddisfare i requisiti finanziari necessari per gestire la tua attività e allo stesso tempo prenderti cura della tua famiglia. Puoi anche optare per prestiti da amici, familiari o enti (banche, risparmio e prestiti, ecc.).

Una regola generale degli affari prevede che, oltre ai costi di avviamento, dovresti avere in banca anche almeno sei-dodici mesi del budget della tua famiglia. Per finanziare la tua azienda, dovrai far corrispondere le esigenze della società all’opzione di finanziamento appropriata. Dovresti cercare l’assistenza di un buon commercialista in questo settore. Il commercialista sarà in grado di consigliarti cosa è meglio nella tua situazione e offrirti anche assistenza nella pianificazione fiscale.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
On Key

Related Posts